Le isole Pontine : Ponza, Zannone e Palmarola - Ventotene e Santo Stefano


Le isole dell’arcipelago ponziano; dagli straordinari paesaggi, con i loro “merletti” di roccia, i faraglioni e le grotte, sono un’inesauribile fonte di sorprese anche dal punto di vista naturalistico e consentono di godere di eccezionali bellezze naturali e paesaggistiche oltre che del contatto con la vivace ed accogliente popolazione. Un clima molto mite ed una cucina dagli antichi sapori rendono possibile una vacanza piacevole in qualsiasi periodo dell’anno. Ponza, l’isola “più bella del Mediterraneo”, ricca di storia e di bellezze naturali, è la base del soggiorno. Ogni angolo, ogni tratto di costa, saprà raccontarci una storia affascinante ed ancora viva nella memoria dei suoi abitanti. Palmarola, con le sue particolari “case rupestri” disabitate, i suoi fondali ricchissimi con un mare meraviglioso.

Immagine correlata

Zannone, l’isola compresa nel Parco Nazionale del Circeo, con una natura intatta, sede di un antico monastero e caratterizzata da una geologia diversa rispetto alle altre isole. Anch’essa disabitata, ci mostrerà la sua selvaggia bellezza dall’alto della sua cima, da cui ammireremo tutto l’arcipelago Pontino e la costa laziale.

“Navigammo oltre”…; verso le isole pontine

Isola di Ponza

 

Lasciata la “costa di Ulisse”, la ciurma di Ulisse si imbarca alla volta di Ponza, un’isola considerata tra le più affascinanti di tutto il Mediterraneo. Anche qui ci rincorrono il mito omerico dei viaggi di Ulisse e in queste meravigliose arcipelago delle isole pontine si rincorrono le leggende più antiche e una ricca storia dai romani che lasciarono notevoli impronte della loro presenza, e adibirono l'isola a luogo di confino, sino ai nostri giorni. Un isola tutta da scoprire con spiagge spettacolari come “Chiaia di luna” con l’alta falesia bianca che conferisce al mare un irreale colore biancastro o come Cola Feola, dotata di piscine naturali. È possibile visitare l'isola con i pulmini o in barca, da dove si potranno ammirare i faraglioni, le calette, la cava di bentonite e le isole di Zannone, Gavi e Palmarola, quest'ultima definita da Cousteau una delle tre isole più belle del mondo.

 

Immagine correlata

Programma

Ore 8.00(*) Imbarco(1) presso il porto prescelto (Terracina, Formia, S. F. Circeo)

Ore 10,30  Arrivo a Ponza vista guidata della città e a seguire Tour in minibus(2) o in battello (3) alla scoperta degli angoli più suggestivi dell’isola o, in battello, per raggiungere a seconda delle condizioni del mare l’isola di Palmarola o Zannone. 

Pranzo in ristorante

Nel pomeriggio tempo libero per le visite facoltative, (a piedi, in barca, alle grotte naturali) o per shopping.

Ore 17.00(*) Imbarco per rientro  

 

(*): l’orario è indicativo variando a seconda del luogo di imbarco, della nave e del periodo dell’anno.

(1)  supplemento obbligatorio per trasporto nave per Ponza e ritorno (Per il costo vedi sotto) varia della navigazione varia a seconda del luogo di partenza -S.Felice Circeo, Terracina o Formia- e del mezzo di imbarco intorno ai 16-25 euro per i traghetti e navi veloci e 30-40 per gli aliscafi)

(2) supplemento, facoltativo, di 6 euro per il tour in  minibus

(3) supplemento, facoltativo, di 10 euro per il tour in battello dai 13 ai 20 euro a seconda del tipo di tour e con sosta o senza

 

Immagine correlata 

Quota: €. 38,00(1) a persona   (per gruppi min. 40 pax)

 

La quota comprende: Guida-Cantastorie come da programma, Pranzo in ristorante.

La quota non comprende: la navigazione per Ponza e ritorno (con supplemento obbligatorio) e quanto non espressamente descritto nel programma

(1)  supplemento obbligatorio per trasporto nave per Ponza e ritorno (Il costo della navigazione varia a seconda del luogo di partenza -S.Felice Circeo, Terracina o Formia- e del mezzo di imbarco intorno ai 16-25 euro per i traghetti e le  e 35-40 per gli aliscafi)